image-558

Contatti

Contatti

Associazione Radicali Cuneo Gianfranco Donadei

La nostra newsletter

Email: ​info@radicalicuneo.org

PEC: radicalicuneo@pec.it

Tel: 0171.502138

 

 

Email: ​info@radicalicuneo.org

PEC: radicalicuneo@pec.it

Tel: 0171.502138

 

 

Via XX Settembre 28, 12100 Cuneo

Codice fiscale: 96099610048

Ricevi i nostri comunicati stampa: clicca qui!

 

Informativa privacy - cookie policy

Aborto Mondovì-Ceva, Radicali: "Ci attaccano per aver creato falso allarme con dati errati, ma quei dati ce l

30-06-2022 23:10

Ufficio stampa

Comunicato stampa,

Aborto Mondovì-Ceva, Radicali: "Ci attaccano per aver creato falso allarme con dati errati, ma quei dati ce li hanno forniti loro!"

“Apprendiamo dalle colonne di ‘Provincia Granda’ la risposta del Dott Mirco Grillo e della Dott.ssa Alice Peroglio Carus (rispettivamente direttore AS

“Apprendiamo dalle colonne di ‘Provincia Granda’ la risposta del Dott Mirco Grillo e della Dott.ssa Alice Peroglio Carus (rispettivamente direttore ASL e primario di ginecologia di Mondovì-Ceva) alla nostra diffida con la quale denunciavamo che, presso il presidio ospedaliero di Mondovì-Ceva, solo un ginecologo su sette è non obiettore. La diffida, presentata alla Regione affinché si attivasse per garantire il pieno rispetto della legge 194/1978, era basata sui dati forniti dalla stessa ASL dopo un nostro accesso agli atti”. Inizia così una nota firmata dall’avv. Giulia Crivellini (Tesoriera di Radicali Italiani), Filippo Blengino, Alexandra Casu, Alessia Lubèe e Alice Depetro (rispettivamente Segretario, Tesoriera, Presidente e membro di direzione dell’Associazione Radicali Cuneo – Gianfranco Donadei).

 

Continuano i radicali: “Grillo e Peroglio Carus dichiarano a mezzo stampa che sono tre i medici non obiettori a Mondovì-Ceva, aggiungendo ‘che le cose non stanno affatto’ come da noi descritte. Peccato che, quei dati, ce li hanno forniti proprio loro! C’è evidentemente un enorme problema di trasparenza, da parte di un servizio sanitario che prima sostiene una cosa, poi non risponde alle lettere formali nei contenuti (se non con poche righe) e poi, a mezzo stampa, cambia versione. A questo punto una domanda ci sorge spontanea: quali sono i dati corretti e aggiornati?”

 

“Urge – concludono i radicali – un’operazione trasparenza, e questo in tutta Italia. Tutti i dati sul tema devono essere aperti, di qualità, aggiornati in tempo reale. Continuare a fornire dati a singhiozzo o riferiti ad anni prima, citare qualche numero senza mostrare un quadro complessivo, dimostra una precisa volontà politica: quella di mantenere una fitta nebbia su una questione fondamentale”.

www.radicalicuneo.org @ All Right Reserved 2022


facebook
instagram
twitter
youtube
Come creare un sito web con Flazio