image-558

Contatti

Contatti

Associazione Radicali Cuneo Gianfranco Donadei

La nostra newsletter

Email: ​info@radicalicuneo.org

PEC: radicalicuneo@pec.it

Tel: 0171.502138

 

 

Email: ​info@radicalicuneo.org

PEC: radicalicuneo@pec.it

Tel: 0171.502138

 

 

Via XX Settembre 28, 12100 Cuneo

Codice fiscale: 96099610048

Ricevi i nostri comunicati stampa: clicca qui!

 

Informativa privacy - cookie policy

Aborto Mondovì-Ceva: per trasparenza pubblichiamo integralmente la corrispondenza con l'AslCN1

01-07-2022 10:03

Ufficio stampa

Comunicato stampa, News,

Aborto Mondovì-Ceva: per trasparenza pubblichiamo integralmente la corrispondenza con l'AslCN1

Dalle colonne di "Provincia Granda" l'ospedale di Mondovì-Ceva ci accusa di aver fornito dati errati circa la carenza di personale medico non obiettor

Dalle colonne di "Provincia Granda" l'ospedale di Mondovì-Ceva ci accusa di aver fornito dati errati circa la carenza di personale medico non obiettore relativamente alle IVG (leggi QUI la nostra replica all'AslCN1). Sulla base dei dati forniti dall'Asl, infatti, avevamo presentato una diffida: ci risultava che solo un medico (su 8) era non obiettore nel presidio di Mondovì-Ceva, dove vengono fatte circa 75 IVG l'anno.  Tramite i giornali (e non con risposte formali) l'ospedale ci dice che, in realtà, sono ben 3 i ginecologi non obiettori, e che (quindi) abbiamo crato un falso allarme.

Ma come sono andate realmente le cose?

 

Lo scorso 9 gennaio presentiamo la seguente istanza di accesso civico:

Tutti i dati ottenuti, li pubblichiamo sul nostro sito QUI.

Questa la risposta ufficiale dell'AslCN1, dove viene riportato che solamente 1 ginecologo su 8 è non obiettore:

In seguito all'acquisizione di questi dati (relativamente al presidio di Mondovì-Ceva) iviamo questa diffida alla Regione Piemonte:

In data  12 maggio 2022 (protocollo n. 00018166/2022 del 11/05/2022 Codice Ente: r_piemon, Codice Aoo: AYQQEVT) la Regione ci invia la seguente risposta (con l'allegato che riportiamo) sostanzialmente confermando i dati già inviati dopo l'istanza di accesso civico, e limitandosi a specificare che l'Asl garantisce "l'interruzione volontaria di gravidanza farmacologica in tutti i presidi dell'azienda...".

Sull'edizione di "Provincia Granda" del 29 giugno 2022, il dott. Mirco Grillo (direttore sanitario dell'Azienda) e Alice Peroglio Carus (primario ginecologia Mondovì-Ceva) rispondono (esclusivamente a mezzo stampa quindi!) che il servizio è garantito in quanto i medici non obiettori sono tre, che creiamo "allarmi ingiustificati" e che le cose "non stanno affatto" come da noi descritte.

 

Cara ASL, cara Regione, 

carta canta! I dati sono i vostri: quali sono quelli corretti e aggiornati? Chiediamo trasparenza e chiarezza!

www.radicalicuneo.org @ All Right Reserved 2022


facebook
instagram
twitter
youtube
Come creare un sito web con Flazio