image-760

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER


facebook
youtube
instagram

Associazione Gianfranco Donadei

PRIMA MOZIONE GENERALE

Cuneo, 3 giugno 2020

 

 

La prima Assemblea dell’Associazione “Radicali Cuneo”, riunita a Cuneo, il 3 giugno 2020, in modalità telematica a causa dell’emergenza sanitaria Covid-19:

 

saluta con entusiasmo la sentenza della Corte costituzionale 242/2019, nella quale si dichiara la parziale incostituzionalità dell’art. 580 del Codice penale, stabilendo che un malato in condizioni di sofferenza insopportabile possa essere aiutato a morire, e che a fornire detto aiuto debba essere il Servizio Sanitario Nazionale. Riconosce la portata storica di tale sentenza e rinnova un sentito ringraziamento all’Associazione Luca Coscioni, e alle disobbedienze civili di Marco Cappato e Mina Welby;

 

esprime preoccupazione rispetto all’attuale gestione del sistema giudiziario, e in particolar nel Ministro Giustizia Alfonso Bonafede,

 

assume una posizione fortemente contraria all’abolizione della prescrizione, alla tendenza all’inasprimento delle pene detentive;

 

esprime indignazione riguardo ai recenti fatti accaduti a Minneapolis, in cui alcuni agenti di polizia hanno aggredito violentemente un uomo di colore, indifeso, nuovo epilogo che non fa altro che sottolineare “l’emergenza razzismo” nel mondo;

 

esprime preoccupazione circa l’instabile situazione economica e politica causata dall’emergenza sanitaria, e, in tal proposito, esprime timore circa la mancata attivazione di strumenti digitali per l’esercizio dei diritti democratici e costituzionali;

 

ricorda con commozione la scomparsa, quattro anni fa, del leader radicale Marco Pannella, e le sue numerose battaglie e i conseguenti risultati, come il divorzio, l’aborto, l’obiezione di coscienza, la difesa dell’ambiente, la giustizia giusta, la legalità, la democrazia, il sovraffollamento delle carceri, le droghe…

 

condanna l’attuale divisione all’interno della “galassia radicale”, ritenuta dannosa ai fini di raggiungere gli obiettivi comuni;

 

denuncia l’attuale disinteresse da parte del Governo rispetto alle reali preoccupazioni che affliggono la popolazione;

 

ribadisce la necessità di un ambientalismo laico che sappia pragmaticamente individuare soluzioni senza limitarsi a lanciare allarmi, soluzioni che sempre più devono avere carattere transnazionale e nel contempo che tutelino gli interessi dei singoli stati;

 

sostiene la battaglia (esclusivamente nel suo lato nonviolento) dei cittadini di Hong Kong per la tutela della democrazia e per la libertà;

 

sostiene le battaglie per l’orizzonte degli Stati Uniti d’Europa come unico antidoto alle derive nazionaliste e populiste;

 

ringrazia Radio Radicale per l’attività fondamentale per la vita democratica del Paese;

 

ringrazia il Referente uscente Filippo Blengino per le attività svolte in questi anni;

 

ringrazia le forze e le energie aggregate in queste ultime settimane che hanno contribuito alla costituzione di questa nuova associazione;

 

tutto ciò premesso, l’Assemblea:

 

-impegna gli organi dirigenti ad un’efficace campagna di iscrizione che possa permettere all’associazione di autofinanziarsi adeguatamente;

 

-impegna gli organi dirigenti a portare avanti, a livello locale, le battaglie nazionali di Radicali Italiani, dei soggetti transazionali, e delle associazioni locali e tematiche;

 

-impegna gli organi dirigenti a portare avanti la battaglia sulla legalizzazione delle droghe, anche attraverso l’iniziativa “Io Coltivo”;

 

-impegna gli organi dirigenti a contribuire alla raccolta firme per l’Iniziativa dei cittadini europei (ICE) Stop Global Warming. La proposta chiede alla Commissione europea di introdurre un prezzo minimo per le emissioni di CO2. Al contempo, la proposta chiedi di abolire l’attuale sistema di quote di emissione gratuite per coloro che inquinano nell’UE e introdurre un meccanismo di adeguamento alla frontiera per le importazioni da paesi terzi, in modo da compensare i prezzi più bassi delle emissioni di CO2 nel paese esportatore. Altresì impegna gli organi dirigenti a una campagna di informazione riguardante l’utilizzo corretto di fitofarmaci, incentivando la agricoltura biologica;

 

-impegna gli organi dirigenti ad attivare una campagna di informazione sessuale per i giovani, visto il dato provinciale, in netta contrapposizione con il resto della Regione, relativo all’ aumento di casi di HIV;

 

-impegna gli organi dirigenti ad essere partecipi alla politica provinciale e nei vari comuni locali.

 

La quota di iscrizione, per il primo anno, è fissata dallo statuto in €15.00.

 

 

Associazione Radicali Cuneo - Gianfranco Donadei
Associazione Territoriale di Radicali Italiani
Sede legale: Via XX Settembre 28, 12100 Cuneo
TEL: +39 366.5370589
Email: info@radicalicuneo.org
​PEC: radicalicuneo@pec.it
Codice fiscale: 96099610048
IBAN: IT25 S031 1110 2010 0000 0005 542

facebook
youtube
instagram
informativa privacy

cookie policy

©​2020 Radicali Cuneo

 

Create Website with flazio.com | Free and Easy Website Builder