image-558

Contatti

Contatti

Associazione Radicali Cuneo - Gianfranco Donadei

La nostra newsletter

Sede legale: Via XX Settembre 28, 12100 Cuneo

Email: ​info@radicalicuneo.org

PEC: radicalicuneo@pec.it

Tel: 0171.502138

 

 

Sede legale: Via XX Settembre 28, 12100 Cuneo

Email: ​info@radicalicuneo.org

PEC: radicalicuneo@pec.it

Tel: 0171.502138

 

 

Associazione territoriale radicale

Codice fiscale: 96099610048

Ricevi i nostri comunicati stampa: clicca qui!

 

Informativa privacy - cookie policy

La lettera aperta di Gemma Macagno sui senza tetto a Cuneo

20-08-2020 17:38

Radicali Cuneo

La lettera aperta di Gemma Macagno sui senza tetto a Cuneo

"No, non c’è davvero da essere orgogliosi. Cuneo, città medaglia d’oro per la Resistenza, caccia via i senza tetto che sono venuti per la raccolta del

54e2d14b4b52ad14f1dc84609629357b1636dce1504c704c7c2872d7934ec55f640-1597934320.jpg

"No, non c’è davvero da essere orgogliosi. Cuneo, città medaglia d’oro per la Resistenza, caccia via i senza tetto che sono venuti per la raccolta della frutta. E non è che possano tornare a casa, visto che arrivano dall’Africa o da altri Paesi lontani. Arrivano qui spinti dalle guerre e dalla fame, conseguenti al modo di vivere degli Europei, che sono tra quei popoli che si ritengono padroni della terra perché ne controllano l’economia. Ma come si può essere tanto incapaci di conoscere il mondo e le sue complesse realtà? Ieri eravamo noi i migranti e molti di noi lo siamo anche oggi. La Storia è una ruota che gira e se non impariamo la lezione ci possiamo trovare ancora dall’altra parte.

Chiediamo agli Amministratori di assumersi non solo la responsabilità di una gestione economica, ma anche della gestione etica dei loro compiti. Una Città non ha solo denaro e commercio, ma anche valori e difesa dei diritti umani, anche per indirizzare ad una consapevolezza intelligente e responsabile i cittadini.

E come è possibile fare delle persone un “usa e getta”? Va bene che raccolgano frutta, ma poi li gestiamo come scarto sociale? Il movicentro non è adeguato: si trovino altre soluzioni. Perché coloro che si servono della manodopera non si fanno carico dell’accoglienza, allestendo strutture stagionali adeguate nel rispetto delle persone e del lavoro?

Ma oltre a ciò bisogna rilevare la assoluta violazione dei valori democratici e dei principi costituzionali, costituita dal Diaspo in questa fattispecie. E’ almeno indecoroso, oltre che improprio ed assurdo. Non ci resta che vergognarci."

 

Gemma Macagno (Se non ora quando - Membro di Direzione di Radicali Cuneo)

www.radicalicuneo.org @ All Right Reserved 2022


facebook
instagram
twitter
youtube
Create Website with flazio.com | Free and Easy Website Builder